• Alessandro Immobile

Vantaggi e svantaggi del peer-to-peer lending

Aggiornato il: giu 16

I peer-to-peer lending stanno diventando un'opzione sempre più popolare per i risparmiatori e gli investitori che desiderano ottenere di più dal proprio denaro. Con bassi tassi di interesse e inflazione in aumento, il prestito peer-to-peer (P2P) è cresciuto in modo significativo negli ultimi anni.


Il modello di business dei prestiti peer-to-peer (P2P) consente alle piccole e medie imprese (PMI) di raccogliere capitali senza necessariamente avvicinarsi ai finanziatori tradizionali come le banche. Più specificamente, questo modello di business offre agli imprenditori una piattaforma online che possono utilizzare per comunicare e per richiedere fondi direttamente da potenziali investitori.


Panoramica sul P2P lending

Le moderne attività di prestito P2P si svolgono esclusivamente online su piattaforme P2P dove le persone si registrano come richiedenti o prestatori. Dopo l'adesione, il soggetto richiedente presenta una domanda di prestito allegando un piano di attività e investimenti che specifica come intende utilizzare i fondi raccolti. Questa fase di istruttoria è fondamentale e determina se una domanda di prestito è accettabile e finanziariamente sostenibile. Dopo aver accettato una domanda di prestito, il team di revisione della piattaforma P2P la rende pubblica in modo che sia visibile a tutti i potenziali investitori. Nella maggior parte dei casi, una domanda di prestito rimane visibile fino a quando non viene interamente finanziata o ritirata dal richiedente o dalla piattaforma P2P lending.


Differenze tra prestiti P2P e finanziamenti tradizionali

Le piattaforme di P2P lending svolgono le loro operazioni esclusivamente online e in genere non sono previsti contatti personali tra richiedenti e investitori. Un'altra grande differenza tra piattaforme P2P e istituti di credito tradizionali è che le piattaforme P2P non prestano i propri soldi. Agiscono come marketplace, ovvero come luogo di incontro tra domanda e offerta di denaro. L’analisi della domanda del richiedente unitamente al piano di sostenibilità è l’altro valore aggiunto offerto della piattaforma P2P a beneficio di richiedenti e investitori. A differenza dei finanziatori tradizionali, i prestiti P2P possono offrire costi migliori e personalizzati, rendendo il servizio estremamente interessante per entrambe le parti coinvolte.


Vantaggi

Velocità - la procedura di candidatura online è semplice e veloce rispetto ai prestiti tradizionali. Le domande di prestito che riescono a superare la prima fase di approvazione vengono generalmente accettate entro due settimane. L'approccio di finanziamento collettivo sostenuto dal modello di prestito P2P protegge gli investitori da considerevoli perdite finanziarie.


Semplicità - le piccole imprese (PMI) traggono enormi benefici perché possono accedere facilmente ai finanziamenti anche con una breve storia creditizia. I processi burocratici delle piattaforme di P2P lending sono ridotti al minimo.


Flessibilità - il modello peer-to-peer lending si basa su un'esperienza utente semplificata anche tramite l’utilizzo di app mobile dedicate. I richiedenti possono rivedere le caratteristiche del prestito i tempo reale e gli investitori possono facilmente controllare i rendimenti attesi e gli aggiornamenti in modo da convergere insieme verso la conclusione dell’accordo.


Rendimenti - i prestiti P2P generalmente offrono rendimenti più elevati agli investitori rispetto ad altri tipi di investimenti.


Accessibilità - per alcuni richiedenti, il prestito peer-to-peer è una fonte di finanziamento più accessibile rispetto ai prestiti convenzionali degli istituti finanziari soprattutto nel caso di scopo atipico del prestito (es. finanziare un MVP).


Tassi di interesse - i tassi di interesse possono essere inferiori rispetto ad alcune carte di credito e istituti finanziari tradizionali. I prestiti P2P di solito hanno tassi di interesse più bassi per effetto della maggiore concorrenza tra istituti di credito. Inoltre le “tariffe” vengono calcolate da piattaforme digitali che hanno bassi costi di struttura da remunerare. Infine i tassi di interesse sono fissi e i pagamenti mensili sono senza commissioni nascoste.


Garanzie - i prestiti non sono garantiti, quindi non è necessario fornire garanzie collaterali come le fidejussioni, ad esempio.


Ripetitività - è possibile richiedere ulteriori prestiti online se si gestisce il prestito iniziale in modo responsabile.


Svantaggi

Rischio di credito - il P2P lending è un modello finanziario relativamente nuovo. Ciò comporta che gli investitori potrebbero non essere in grado di determinare con precisione il rischio di credito legato debitori.


Fiscalità - gli interessi non sono esenti da imposte. Dal primo gennaio 2018 per le persone fisiche i proventi che derivano dal peer-to-peer lending su piattaforme italiane vengono assimilati a redditi di capitale. Per questo motivo tali redditi sono assoggettati a ritenuta alla fonte a titolo di imposta, con aliquota del 26%. Per gli investimenti effettuati su piattaforme estere il finanziatore italiano è tenuto a presentare l’importo degli interessi percepiti nella propria dichiarazione dei redditi indicando tale provento nel quadro RL. Il reddito, così indicato, concorre poi alla formazione del reddito imponibile IRPEF. Quindi, la tassazione non sarà proporzionale (come in caso di utilizzo di piattaforma residente), ma piuttosto, variabile. Infatti, l’IRPEF è un’imposta progressiva per scaglioni di redditi.


Nessuna protezione assicurativa governativa - il governo non fornisce assicurazioni o forme di protezione ai finanziatori in caso di inadempienza del richiedente.


Merito creditizio e tassi di interesse - le domande con merito creditizio troppo basso non vengono approvate. Se il merito creditizio è accettabile ma basso è possibile che i tassi di interesse siano alti per remunerare adeguatamente il rischio dei finanziatori.


Esclusione - il richiedente che non gestisce correttamente il prestito è soggetto a conseguenze non trascurabili. I prestiti non sono garantiti, ma un mancato pagamento compromette la possibilità di accedere nuovamente al prestito P2P.


Importi del prestito - i prestiti P2P sono destinati alle piccole imprese e solitamente non eccedono la somma di 50.000 euro.


Clicca qui per ricevere la descrizione del progetto





37 visualizzazioni

©2020 di Imment. All rights reserved.

  • Bianco Facebook Icon
  • Bianco Twitter Icon
  • Bianco LinkedIn Icon