• Alessandro Immobile

Strumenti e metodi per il Digital CFO

Aggiornato il: mag 24

I CFO orientati al digital arricchiscono progressivamente le proprie conoscenze professionali con nuove metodologie, nuovi contenuti e nuovi strumenti per delineare efficacemente e con approccio sistemico il futuro dell’azienda.


L’evoluzione del ruolo del CFO passa attraverso:

1. Integrazione dei processi decisionali.

2. Analisi predittive e Big Data.

3. Valutazione prestazioni e rischi.

4. Condivisione dei risultati.

5. Aggiornamento e conoscenza.


Integrazione dei processi decisionali

Le piattaforme cloud consentono di condividere informazioni dettagliate sui diversi aspetti di business e operativi dell’azienda. Esempi di strumenti molto efficaci sono le piattaforme che gestiscono il workflow, la comunicazione e gli aspetti documentali.

Piattaforme di Knowledge Management: strumenti per la gestione organizzata e centralizzata dei dati e delle informazioni. Consentono la costruzione di varie viste di analisi

Piattaforme di Collaboration: strumenti che agevolano e stimolano i vari servizi aziendali a lavorare in team. Aumentano l’interazione tra differenti servizi e arricchiscono il flusso di dati generato dal lavoro di gruppo.


Analisi predittive e Big Data

Con Big Data nasce un nuovo approccio alla gestione dei dati. La funzione finanziaria deve essere in grado di recuperare i dati con facilità da tutte le linee di business e di inserirli in un'unica e coerente fonte informativa per creare un flusso informativo efficiente attraverso algoritmi di Machine Learning e Deep Learning già attualmente utilizzati in molti contesti per processare enormi quantità di dati.

L’utilizzo di analytics predittivi sui dati raccolti consente al CFO di decifrare i modelli, misurare i driver aziendali e interpretare le connessioni tra diversi fattori per identificare opportunità e rischi. Gli strumenti sono applicativi che calcolano il possibile avverarsi di eventi o di situazioni future con tecniche statistiche e software per la visualizzazione e reporting di informazioni complesse.

Sistemi di Business Intelligence: applicazioni che consentono alle aziende di raccogliere e di analizzare ingenti volumi di informazioni, provenienti da ogni parte dell'azienda, di integrarle con i dati del mercato, dei fornitori, dei partner di business.

Dashboard, Data Visualization: cruscotti di controllo che consentano di visualizzare e comprendere i dati, gli scenari e proiezioni nel tempo in modo intuitivo e veloce.


Valutazione prestazioni e rischi

La crescente incidenza di asset immateriali nel bilancio delle aziende, dovuta alla dematerializzazione del business nonché la forte volatilità del sistema economico-finanziario, rende necessaria l’adozione di metodologie innovative di valutazione.

La Real Options Valuation (anche detta Option Theory) è una disciplina che si affiancherà nel tempo al più diffuso Discounted Cash Flow. La Option Theory applica tecniche di valutazione delle opzioni alle decisioni di bilancio. Ad esempio, l'opportunità di investire nell'espansione di una fabbrica, o in alternativa di vendere la fabbrica, è gestita come una vera e propria opzione (call o put).

Questa metodologia innovativa, come disciplina, trova i fondamenti della sua applicazione nel settore delle finanze aziendali, fino ai processi decisionali, adattando le tecniche sviluppate per le opzioni finanziarie alle decisioni "vere e proprie".

L’analisi e la disponibilità dei dati e i sistemi avanzati di business intelligence consentono inoltre di valutare più concretamente le opportunità di mercato e i rischi. Ciò è reso possibile da una visione integrata e completa di tutti gli aspetti e i fattori dell’azienda.

È necessario pertanto progettare e implementare nuovi KPI che forniscano al CFO informazioni per identificare, monitorare e rispondere alle minacce potenziali o reali e identificare una corretta mitigazione dei rischi.

Metodologie innovative di valutazione: il business basato su un nuovo paradigma dove l’informazione, la dematerializzazione e la scalabilità sono gli elementi in primo piano.


Condivisione dei risultati (il CFO come business partner)

L’integrazione dei dati, l’elaborazione di informazioni strategiche e le nuove metodologie di valutazione spingono il CFO ad assumere il ruolo di “business partner” all’interno dell’azienda fornendo servizi di valore sempre più elevato alle altre funzioni aziendali.

La comprensione delle dinamiche dei risultati di business e della creazione di valore, la gestione e la misurazione delle performance aziendali consente al CFO di acquisire una visione completa dell'azienda che utilizza metodi e strumenti digital. È in grado pertanto di migliorare la qualità delle informazioni, di fornire dati puntuali o viste di sintesi sui prodotti o servizi venduti ai clienti, ad esempio, nonché di garantire l'agilità di comunicazione nei processi operativi e decisionali interni all’azienda.

Piattaforme gestionali: moderni ERP che alle classiche funzionalità orientate alla contabilità (generale e analitica) e agli adempimenti normativi affiancano funzionalità di Business Intelligence e di Collaboration.


Aggiornamento e conoscenza

Il set di competenze dei futuri CFO ha un ambito multidisciplinare. È importante che il CFO possa accedere velocemente a contenuti tecnici e professionali che riguardano i fondamentali della logica di programmazione, delle scienze statistiche, dell’analisi visiva dei dati e di elementi di apprendimento automatico (Machine Learning e Deep Learning).


Clicca qui per saperne di più









51 visualizzazioni

©2020 di Imment. All rights reserved.

  • Bianco Facebook Icon
  • Bianco Twitter Icon
  • Bianco LinkedIn Icon