top of page
  • Immagine del redattoreCarlo Carlotto

I mansionari dell’area Finance (Conclusione)

Aggiornamento: 18 mag 2023

Dopo i necessari preliminari veniamo finalmente ai contenuti dei mansionari dell’area Finance limitatamente al Digital CFO.


Intanto, cosa intendiamo per mansione?

Wikipedia (www.wikipedia.org) riporta che le mansioni, nel diritto del lavoro italiano, indicano l'insieme dei compiti e delle specifiche attività che il prestatore di lavoro deve eseguire nell’ambito del rapporto di lavoro. Esse costituiscono l’oggetto specifico dell'obbligazione lavorativa. Generalmente sono individuate nel contratto di lavoro.


La mansione dovrebbe dunque essere un elemento fondamentale in un contratto di lavoro subordinato: la ragione per cui una persona viene assunta in azienda.

Ci pare però curioso, se abbiamo inteso bene naturalmente, che nemmeno il Decreto Legislativo 104/2022 (cosiddetto Decreto trasparenza) nel recepire la Direttiva UE 1152 del 2019, dia all’oggetto del lavoro importanza centrale. Infatti lo contempla in uno dei diciotto (!) commi riguardanti gli oneri informativi che il datore deve inserire nella dichiarazione di assunzione limitandosi a specificare che è necessario indicare: inquadramento, livello e qualifica attribuiti al lavoratore o, in alternativa, le caratteristiche o la descrizione sommaria del lavoro assegnato.


Allora il mansionario, che sommario invece proprio non deve esserlo, diventa indispensabile in azienda.

Troviamo i contenuti minimi indispensabili nel già citato, conciso ed essenziale, sito https://www.qualitiamo.com/documenti/mansionari.html.

Vediamoli testualmente:

  • una descrizione della posizione e dei suoi ambiti,

  • le funzioni generali della posizione,

  • i requisiti da soddisfare e le competenze da possedere per ricoprire la posizione,

  • i compiti da svolgere,

  • le responsabilità,

  • i rapporti gerarchici,

  • i dettagli della qualifica,

  • (a volte) il range di stipendio previsto per quella posizione.

Qualsiasi mansionario non dovrebbe limitarsi a descrivere i doveri attuali della posizione ma dovrebbe estendersi anche alle sfide e agli obiettivi di un prossimo futuro.


È un Digital CFO che dovrebbe redigere in collaborazione con il Responsabile delle risorse umane (meglio se un Digital HR manager) il proprio mansionario.

In rete si trovano molti esempi di mansionari per Direttore Amministrazione Finanza e Controllo, qualche mansionario per CFO e praticamente nessuno per Digital CFO.


Per fortuna ci ha pensato Stefania Montemurro, CEO di Maia Management, a cominciare ad affrontare l’argomento.

Vi rimandiamo al seguente link

per farvi un’idea diretta.


Noi invece tentiamo di combinare lo schema classico del mansionario con i contenuti del futuro che stiamo vivendo proponendovi una traccia di modello (un abbozzo di “manifesto” del Digital CFO ideale) compilato nelle parti essenziali.


Lo potete scaricare qui e, in attesa della nostra prossima tappa sul percorso che stiamo facendo insieme, compilarlo secondo le peculiarità e le esigenze della vostra azienda.


Non aspettatevi però che sia un compito fatto una volta per sempre perché come dice il famoso filosofo Charlie Brown: quando pensi di avere tutte le risposte, la vita ti cambia tutte le domande.


24 visualizzazioni0 commenti

Commenti


bottom of page