top of page
  • Immagine del redattoreTeresa Canino

L’aggiornamento dei requisiti e delle informazioni delle startup innovative

Adempimenti burocratici e oltre


Un adempimento, sì burocratico e noioso, ma cruciale per mantenere lo status di startup innovativa e non perdere la possibilità di continuare a fruire delle agevolazioni a esso correlate, è l’aggiornamento (o conferma) annuale dei requisiti e delle informazioni della startup, fornite in sede di presentazione della domanda d’iscrizione, presso il portale startup.registroimprese.it e la sezione speciale del Registro delle Imprese.


Questo tipo di aggiornamento, in realtà, è un adempimento che va al di là della semplice burocrazia, perché aggiornare le informazioni aziendali significa:

  • presentare la startup;

  • costruire fiducia con gli investitori;

  • offrire un quadro preciso delle attività svolte e del loro potenziale.

Pensiamo al portale delle startup come alla vetrina di un negozio di lusso dove esporre i propri prodotti e attrarre l’attenzione di potenziali clienti, investitori e collaboratori.

Una vetrina aggiornata trasmetterà professionalità, affidabilità e serietà, oltre a rendere le informazioni chiave sulla startup facilmente accessibili e offrire una panoramica completa del progetto imprenditoriale.


Ma quali sono le informazioni da aggiornare?


Si inizia con i dati societari, un po’ come l’insegna del negozio che mostra il nome e altre informazioni rilevanti sull’azienda.

Poi si procede con la descrizione dell'attività svolta, del prodotto/servizio innovativo offerto e dei soggetti coinvolti.

È importante descrivere con cura e precisione le soluzioni innovative che la startup propone (fornendo informazioni chiare sullo stadio di sviluppo di ciascuna di esse); il team; eventuali relazioni professionali con incubatori, investitori e università, questo dimostra che la startup è parte di un ecosistema dinamico e in continua crescita, pronto a sfruttare le sinergie e le opportunità offerte da tali collaborazioni; il mercato di riferimento; i canali di vendita; gli interessi; i finanziamenti o gli investimenti di rilievo ottenuti.

Inoltre, se la startup è accelerata da un incubatore certificato, è importante farlo notare. Questo indicherà che la startup ha ricevuto un riconoscimento ufficiale e un supporto privilegiato.


Dopo aver effettuato l’aggiornamento o conferma delle informazioni inserite nel portale, si predispone l’adempimento per il Registro delle Imprese tramite un apposito modello di “dichiarazione annuale di mantenimento dei requisiti” la cui mancata presentazione comporta la cancellazione d’ufficio dalla sezione speciale.


Quindi, nella pratica, mantenere le informazioni aggiornate sul portale è come curare una vetrina in formato digitale. Con una vetrina curata e completa di tutte le informazioni richieste, la startup può distinguersi e presentarsi come un’azienda professionale, affidabile e all’avanguardia. Il passaggio successivo presso il Registro delle Imprese, invece, permette di conservare lo status di startup innovativa e perseguire un futuro di crescita e di successo a lungo termine.

Se ancora non hai provveduto all’aggiornamento dei requisiti e delle informazioni della tua startup, corri a farlo, sei ancora in tempo! Ma è importante tenere presente, a questo proposito, che il termine da osservare è “doppio”: l’aggiornamento del portale e la dichiarazione devono essere presentati entro 30 giorni dall’approvazione del bilancio e entro sei mesi o sette mesi dalla chiusura dell’esercizio.


18 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page